Netflix

Netflix ha confermato che ridurrà il bitrate dei video trasmessi in Europa per i prossimi 30 giorni. La società afferma che la mossa ridurrà la sua presenza sulle reti europee di circa il 25 percento.

La decisione arriva dopo che il commissario per il mercato interno dell’UE, Thierry Breton, ha invitato piattaforme di streaming, società di telecomunicazioni e consumatori a ridurre l’utilizzo della larghezza di banda durante l’epidemia di coronavirus in corso. “Tutti abbiamo la responsabilità comune di adottare misure per garantire il buon funzionamento di Internet durante la battaglia contro la propagazione del virus“, ha dichiarato.

 

Netflix: in Italia l’uso della banda larga è aumentato a dismisura

Mentre sembrava che Netflix avrebbe preso in considerazione la richiesta del commissario, l’azione imminente non sembrava probabile. “Ci siamo concentrati sull’efficienza della rete per molti anni, inclusa la fornitura gratuita del nostro servizio di connessione aperta alle società di telecomunicazioni”, ha dichiarato al Financial Times un portavoce di Netflix.

La pandemia di coronavirus e la spinta per l’allontanamento sociale hanno causato un enorme picco nell’uso di Internet in tutto il continente europeo. In Italia, ad esempio, Telecom Italia ha registrato un aumento del 75 percento della banda larga residenziale e dell’utilizzo dei dispositivi mobili lo scorso fine settimana. Secondo un set di dati Ookla , la velocità media di download su connessioni sia mobili che a banda larga è diminuita in tutto il paese a causa di così tante persone che si rivolgono a Internet per lavoro e divertimento. Non è chiaro al momento se altre piattaforme come YouTube seguiranno l’esempio e implementeranno misure simili.