E’ da poco iniziato il nuovo anno ma sul Web (e non solo) si vocifera che molti operatori telefonici rimoduleranno le proprie offerte aumentandone i costi. Considerando quanto è avvenuto nel corso del 2019, adesso il timore di nuovi incrementi ai prezzi delle tariffe è reale.

Molte persone, stanche di dover sempre cambiare piano tariffario proprio per questi continui cambi di prezzi, hanno deciso di passare ad uno dei tanti operatori virtuali MVNO, che promettono un costo fisso “per sempre”. Purtroppo, per una serie di esigenze, Iliad e le altre compagnie non sono sempre la scelta migliore per tutti.

C’è infatti chi necessita di una connessione 5G per essere pronto al “mondo del domani”, chi non vuole spendere molto perché fa un uso esiguo delle telefonate e di Internet, chi necessita di un contratto mediante pagamento su conto corrente e molto altro ancora. Gli aumenti dei gestori appaiono sempre come un reale problema e difficilmente non ne vedremo per questo nuovo anno.

 

Aumenti alle tariffe: fra gli operatori telefonici è Wind 3 il primo ad aumentare i prezzi

 

Wind 3, fra tutti, è il primo ad aver aumentato il costo delle tariffe. Già nel primo mese sappiamo che molte tariffe dell’operatore appena fuso, hanno subito un incremento al costo finale per l’utente.

Le connessione colpite dal rincaro sono quelle ADSL, FTTH e FTTC, e le rimodulazioni sono state maggiorate perfino di 2 Euro. Fra i piani tariffari, i più colpiti sono stati i seguenti:

  • 3ADSL
  • 3FIBER
  • Absolute (Affari, ADSL Affari, ADSL 20 Mega, ADSL Affari 20 Mega, ADSL Mega, VoIP MB)
  • Tutto Incluso (Affari, 20 Mega, 20 Mega Affari, Mega, ISDN Affari, Gold, Gold ISDN Affari)
  • All Inclusive (Affari, Unlimited Affari)

Per terminare, vi comunichiamo che l’operatore Wind 3 ha anche cambiato la solita fatturazione a partire dal 12 Gennaio, divenendo mensile e non più bimestrale, come era solita essere fino a poco fa.