phishing e ricattiOrmai da diversi mesi le segnalazioni riguardanti la diffusione di email a scopo estorsivo e tentativi di phishing sono davvero numerose. In molte occasioni gli utenti hanno ricevuto, e continuano a ricevere, avvisi che richiedono più o meno esplicitamente di fornire dati personali o sostenere pagamenti. Il tutto si presenta soprattutto tramite email che inizialmente potrebbero apparire affidabili e importanti. In realtà è necessario eliminare qualunque tipo di comunicazione presenti l’invito ad accedere a pagine clone o scaricare file allegati al fine di procedere con l’aggiornamento di credenziali. L’eliminazione della mail è ovviamente fondamentale anche nel caso in cui la comunicazioni riguardi un chiaro ricatto. E’ molto importante ricordare che si tratta soltanto di messaggi fittizi e che è possibile evitare complicazioni procedendo con la giusta attenzione e senza lasciarsi intimorire. Ecco dunque, come evitare ricatti e tentativi di phishing.

Phishing e ricatti: ecco alcune email capaci di sottrarre dati sensibili e svuotare carte e conti!

Le email che giornalmente riceviamo possono rivelarsi pericolose poiché spesso utilizzate da cyber-criminali soliti diffondere così ricatti e tentativi di phishing. Non sono poche, appunto, le segnalazioni riguardanti email a scopo estorsivo arrivate agli utenti esortandoli a sostenere pagamenti non indifferenti per evitare la diffusione di informazioni personali. A queste si aggiungono i numerosi casi di phishing mascherati dalla tipica comunicazione circa la sospensione improvvisa delle carte di credito o dei conti correnti. 

In entrambi i casi, scopo dei cyber-criminali è quello di carpire dati sensibili o denaro ingannando psicologicamente la vittima e spaventandola; al punto da convincerla a seguire le azioni indicate dalle stesse email.

Questi sono soltanto alcuni dei messaggi ideati dai malfattori per truffare gli utenti. Ma è opportuno diffidare anche dagli annunci che promettono premi e offerte fin troppo convenienti. Evitare di inserire dati online in pagine suggerite da terze parti e ignorare le richieste di pagamenti è fondamentale per contrastare l’obiettivo dei criminali e, quindi, ostacolare le truffe online.