spotify-ads-block-update-device-annunci-vocali

Spotify ha fatto un sacco di lavoro per competere nell’industria aggressiva dello streaming musicale. Dopo anni di pianificazione, l’azienda ha finalmente lanciato il suo servizio in India con una miriade di diversi piani tra cui scegliere.

Hanno attaccato apertamente su Apple per le loro pratiche in concorrenza presumibilmente ostacolate in favore di Apple Music. Per continuare a competere, hanno bisogno di investire in altre aree e questo è esattamente quello che stanno facendo. Di recente hanno iniziato a testare annunci vocali per un numero limitato di utenti negli Stati Uniti.

Spotify sta testando nuovi tipi di annunci pubblicitari

Quasi nessuno gode delle pubblicità in questi giorni ma può essere abbastanza difficile da evitare completamente. Anche se non ti stai impegnando attivamente per evitare la pubblicità, potresti ritrovarti a non vedere più i siti web. Anche gli annunci multimediali su servizi come Spotify, YouTube, TV via cavo, ecc.

Pertanto, gli inserzionisti sono sempre alla ricerca di tecniche per interagire con l’utente in modi nuovi e unici. Spotify ha abbastanza fiducia per testare gli annunci vocali sui dispositivi mobili e alcuni negli Stati Uniti potrebbero trovarli in questo momento.

Leggi anche:  OnePlus 7 Pro appare in un annuncio di giornale, confermato il nome e le funzioni

L’idea è quella di fornire un modo per l’utente di tornare indietro con l’inserzionista agendo su un particolare annuncio. Per gli utenti di Spotify, ciò comporterebbe che l’utente sentisse un annuncio e dicesse un comando vocale per agire su tale annuncio. Questa azione potrebbe essere qualcosa di simile a un test attuale di Ax Body Spray e Spotify Studios che cercano di indirizzare gli utenti al podcast Spotify Original, Stay Free: The Story of the Clash.

Un altro che è attualmente in fase di test indirizzerà l’utente a una playlist brandizzata su Spotify relativa a una campagna pubblicitaria Ax Body Spray. Possiamo vedere come questo può continuare ad espandersi negli acquisti di prodotti se finiscono per ricevere alcuni risultati positivi dai test iniziali.