Anteprima Huawei Mate X

huawei mate x

Huawei Mate X è un device che sicuramente ha portato una grandissima ventata di novità. Prima di tutto per il suo display pieghevole capace di trasformare uno smartphone in un tablet da 8”. E allora ripercorriamo insieme le specifiche tecniche di questo dispositivo che, finalmente, abbiamo avuto modo di testare con mano in anteprima e che ci ha stupito.

huawei mate x

Ad essere sinceri eravamo veramente scettici sull’effettivo impatto di Mate X, considerandolo troppo spesso e pesante con una tecnologia forse acerba. E invece Huawei ci ha smentito: ora che l’abbiamo provato possiamo sancire che questo device è già pronto per il mercato, per quello che si può definire lo smartphone 2.0.

 

Descrizione

huawei mate x

Tanto per cominciare, Mate X lo abbiamo incontrato personalmente al Mobile World Congress di Barcellona in febbraio. In Spagna lo avevamo adocchiato un po’ a distanza, mentre questa volta lo abbiamo toccato con mano. Giocando qua e là attraverso i vari menu abbiamo scoperto un’esperienza d’uso su un EMUI incredibilmente fluida e soddisfacente.

huawei mate x

Sebbene pensiate il contrario, Huawei Mate X non è più spesso né più pesante di qualsiasi altro smartphone sul mercato top di gamma. Venendo alle dimensioni, Mate X aperto è grande come un tablet da 8′‘ ed è perfetto per la fruizione di contenuti multimediali. Quando invece il device è chiuso assume una dimensione più consona agli standard, con un pannello da 6” AMOLED FullHD+ in formato 19.5:9. Un display che, con i suoi 414 ppi, ci ha soddisfatto pienamente. Per giunta è quasi completamente borderless sia in versione folded che unfolded.

Leggi anche:  Motorola Razr, il nuovo pieghevole è prossimo alla presentazione ufficiale

huawei mate x

Per quanto il sistema operativo monterà Android 9.0 Pie, anche se questo smartphone è previsto sul mercato per la seconda metà del 2019. Sicuramente avrà tutte le patch e gli update migliori e sarà predisposto per l’arrivo del nuovo OS di Google.

Il processore che batte in questo top di gamma sarà il Kirin 980 di casa Huawei: forse Mate X meritava un chipset tutto nuovo, ma non vogliamo fare i pignoli. Non poteva mancare una batteria molto capiente da 4.500 mAh, la quale in autonomia potrebbe regalare delle sorprese considerando l’ottimizzazione del sistema con l’hardware.

Interessanti invece i tagli di memoria del nuovo device Huawei. Con 8 GB di RAM e 512 GB di storage interno, Mate X si candida a soppiantare diversi ultrabook o PC da viaggio attualmente sul mercato.

Conclusione

Questo smartphone pieghevole, folded o tablet (chiamatelo come volete) non è ancora entrato in produzione di massa e, tuttavia, se portassimo in tasca il prototipo che abbiamo tra le mani  saremmo già soddisfatti. Fatto sta che l’unico problema di questo smartphone pieghevole è il prezzo assurdo di 2.299 euro! Una cifra esorbitante comunque consona al grado d’innovazione assoluta che questo device propone (considerate che un iPhone XS Max da 512GB costa 1600 euro).

Il prezzo fa invece il palio con il Galaxy X (o Fold) che costa anch’esso sui 2.000 euro ma che non raggiunge il livello di completezza offerto da Mate X.