Un’app decisamente “leggendaria”, che ha registrato un picco di interesse alla sua uscita ma che era, secondo il parere dei più, destinata all’oblio. Invece continua a resistere e a portare a casa fatturati stellari, che mostrano quanto Pokemon Go raccolga tuttora consensi e adepti in tutto il mondo.

Ad oggi, si stima che il guadagno dell’app sia pari a $2,45 miliardi, di cui più della metà provengono da Stati Uniti e Giappone. È d’obbligo evidenziare come gli Stati Uniti siano leader negli incassi per Pokemon Go, con 875 milioni di dollari investiti, mentre il Giappone è secondo con un fatturato di 725 milioni. Con una curiosa precisazione: la popolazione giapponese è un terzo della popolazione statunitense. A voi le conclusioni.

Pokemon Go tra aggiornamenti e nuovi eventi

Il grande merito che si può attribuire all’app è quello di non aver avuto la presunzione di vivere di rendita per un’idea eccezionale. A lungo andare, un gioco impostato solo così non avrebbe fatto molta strada, e gli utenti si sarebbero sentiti poco stimolati al proseguimento della loro ricerca.

Leggi anche:  Android 9.0 Pie: la lista esclusiva degli smartphone che verranno aggiornati

Invece i continui aggiornamenti, gli eventi, le esclusive e le nuove uscite hanno fatto sì che si creasse un vero e proprio mondo Pokemon, più di quanto non fosse già successo con i vari giochi per console più tradizionali. Tant’è vero che, trascorso l’evento di San Valentino, gli sviluppatori hanno subito creato un altro evento speciale.

Il nuovo evento di Pokemon Go si intitola Ora di pranzo leggendaria, ed è programmato dalle 12 alle 13 del prossimo 13 marzo. In questo frangente, aumenterà parecchio il numero di raid, dando la possibilità ai giocatori di allenarsi e salire di livello più rapidamente.

La Niantic ha precisato infine che l’evento in programma per la prossima settimana fungerà da test: in base al feedback dagli utenti, si deciderà poi se renderlo un appuntamento fisso a cadenza settimanale.