3 italia play power

3 Italia ha deciso di prorogare la tariffa Play Power fino al 24 Marzo 2019 per tutti i nuovi e già clienti Tre, rimanendo di fatto l’unica offerta della gamma Play a rimanere attiva per tutti. Rispetto alla versione precedente, la nuova Power avrà dei costi di attivazione superiori.

3 Play Power offre 1000 minuti verso tutti e 30 Giga di traffico dati al costo di 9,99 euro al mese. Se vorrete aggiungere gli SMS nel bundle, potrete attivare la nuova opzione 200 SMS a 0,99 euro al mese. Il costo di attivazione sarà di 6,99 euro per i nuovi clienti, più il costo di 5 euro per l’acquisto della nuova SIM. Anche chi è già cliente può migrare verso la nuova Play Power ma dovrà pagare ben 19 euro di cambio offerta.

Si ricorda, inoltre, che Play Power darà diritto alla Card Blu dell’iniziativa Grande Cinema 3, con la quale si avrà a disposizione due ingressi al prezzo di uno nei cinema aderenti all’iniziativa una volta al giorno per tutta la settimana.

 

3 Play Power: dettagli dell’offerta e modalità di attivazione

3 play power

Play Power prevede la navigazione sotto rete 3G, ma se volete c’è l’opzione 4G LTE al costo di 1 euro al mese, in promozione gratuita fino al 30 Giugno 2019. L’offerta per i nuovi clienti prevede il piano tariffario base Power29, rispetto ai Power 10 e Power 15 attivabili nella versione precedente.

Il piano Power29 non prevede alcun costo mensile se la Play Power rimane attiva; in caso di disattivazione dell’offerta, il cliente potrà usufruire della tariffa base al costo mensile di 2,17 euro.

In caso si vada extra soglia per i minuti e il traffico Internet, verrà applicato la tariffa a consumo prevista dal piano:

  • 29 centesimi di euro al minuto per le chiamate,
  • 29 centesimi per ogni SMS e
  • 0,20 euro per ogni 20 MB di consumo dati anticipati e senza scatto di apertura sessione.

In più, ai sensi della Regolamentazione Europea 2016/2286, il cliente potrà utilizzare la propria offerta in UE con un massimo di 3,7 GB al mese per internet. Oltre tale soglia, si andrà incontro ad un sovrapprezzo di 0,549 centesimi di euro per ogni MB, addebitato a singolo KB.