Google Pixel Buds

Lo scorso anno, in concomitanza con il lancio dei Pixel 2, Google ha presentato gli auricolari Pixel Buds. Le cuffie realizzate da Mountain View non differivano molto da quelle prodotte dagli altri competitor se non per una caratteristica. Si tratta di cuffie realizzate per operare in abbinamento con Google Assistant. Il vantaggio di questa integrazione era la possibilità di abilitate la traduzione istantanea grazie all’Intelligenza Artificiale.

Dopo un anno di distanza, questa feature unica è stata sdoganata da e arriverà su tutte le cuffie ottimizzate per l’utilizzo di Assistant ma anche sui device Android. La scelta di Big G potrebbe esser legata al fatto di ampliare i propri utenti. Infatti in questo modo non si limita più una feature ai soli possessori delle Pixel Bud ma a tuti gli utenti Android.

Infatti bisogna sottolineare che tutte le cuffie in grado di richiamare Google Assistant, non necessariamente sono ottimizzate per l’assistente vocale. Per trovare device di questo tipo, bisogna orientarsi su cuffie come Bose Quiet Comfort 35 II o come le Sony 1000XM2 che sono realizzate proprio per dialogare con l’Assistente.

Leggi anche:  Google aggiorna i Pixel con le patch di novembre e alcune feature

Con la presentazione dei Pixel 3 e Pixel 3 XL è arrivata un’ulteriore conferma. Le Pixel Buds saranno commercializzate anche in Europa. Nonostante un anno di ritardo, l’azienda ha deciso di inserirle nella sezione hardware del Google Store. Al momento sono vendute al prezzo di 179 euro in Francia, in Germania e Inghilterra. Le due colorazioni disponibili sono bianco o nero. Non ci sono comunicazioni dedicate al mercato italiano ma la situazione potrebbe sblocccarsi nel corso dei prossimi giorni.