Wind

Wind Tre sta lucidando la sua artiglieria per vivere un autunno da protagonista. La fine dell’estate, come tutti sanno, si è aperta con una brutta notizia per gli utenti del provider: sono in arrivo infatti nuovi aumenti di prezzo per alcuni utenti di telefonia fissa. Molti contratti che prevedono ADSL o Fibra ottica subiranno una modifica sui prezzi, con incrementi che avranno valore di due euro al mese.

 

Wind rottama i costi di invio per le fatture

Rispetto agli aumenti, c’è ora una piccola compensazione. Già da questi giorni, una vasta scala di clienti Wind ha segnalato come in bolletta manca la voce sui costi di incasso. Nei primi mesi estivi, compresa la prima parte di agosto, il gestore ha rinunciato alla riscossione di 0,60 centesimi di euro IVA esclusa (con IVA, 0,72 centesimi).

Leggi anche:  Wind sfida Iliad: arriva l'offerta migliore di sempre con minuti e 50 Giga

Viene da interrogarsi su quale siano i motivi del ripensamento. Quello che era una vera e propria spesa occulta potrebbe essere stata rimossa per favorire  il prossimo aumento. Tanti addetti ai lavori, invece, pensano ad un’ammonizione non pubblicata di qualche ente di controllo. Ad ora non possiamo confermare né smentire tale indiscrezione.

Se anche voi siete clienti Wind per la telefonia fissa, alla prossima bolletta vi invitiamo a verificare l’eventuale presenza dei “costi di incasso”.