Fortnite per Android

Fortnite è uno dei giochi più popolari del momento e quando sarà disponibile ufficialmente anche per gli smartphone Android, la popolarità aumenterà di molto. Come avrete già sentito, Fortnite per Android potrebbe essere annunciato il 9 agosto insieme al Galaxy Note 9 ma sarà per un periodo di tempo un’esclusiva del solo phablet Samsung.

Tuttavia, se vi dicessimo che potete giocare a Fortnite sul vostro smartphone Android già da oggi? Sicuramente ci considerate pazzi visto che non è ancora trapelato un APK di Fortnite. In realtà la bozza era finita su Google Play Store ma questa è un’altra storia. La nostra guida per giocare alla battaglie reale ha bisogno però di un PC.

Una procedura che non assicura un’esperienza di gioco perfetta, perché ricca di lag, ma è comunque l’unico modo per giocare a Fortnite su un dispositivo Android. Se siete disposti a provare il gioco sul vostro dispositivo, anche solo per avere un assaggio di quello che sarà il gioco finale, ecco come dovete fare.

 

Fortnite, come giocarci su qualsiasi smartphone Android da subito

Installate Fortnite sul vostro PC o Mac. Nel caso in cui non avete mai giocato prima, dovete creare anche un account Epic Games perché solo così sarete in grado di scaricare e giocare sul vostro dispositivo. Ora viene la parte più difficile: trasferire lo schermo del computer su Android.

Esistono molti servizi che lo fanno ma abbiamo trovato che Remotr è forse uno dei migliori per giocare in remoto. Per usare correttamente Remotr è necessario scaricare sia l’app per Android che quella per il computer. Successivamente, si dovrà creare un account per il servizio che verrà utilizzato per collegare l’host, il telefono, e il server, il PC.

Leggi anche:  Fortnite: ecco tutti i trucchi che non potete assolutamente perdere

Tutti i collegamenti necessari sono accessibili dalla pagina di download di Remotr. Dopo aver scaricato e installato le applicazioni, eseguito l’accesso su entrambe con il nuovo account. A questo punto, dall’app dello smartphone dovreste vedere il computer elencato tra le possibili connessioni.

Una volta connesso al computer si dovrebbero vedere tre schede: App, Giochi e Media. Tutte e tre le schede permettono di fare fondamentalmente la stessa cosa tuttavia, noi vi consigliamo di navigare direttamente nella scheda applicazioni e di selezionare il Desktop così da riprodurre facilmente qualsiasi cosa visibile sul desktop del PC.

Tenete a mente che mentre Remotr viene fornito con una configurazione ottimale già di default per cui evitate pure di giocare con le impostazioni. Al primo avvio della funzionalità di streaming, vi verrà richiesto di personalizzare i controlli su schermo. Fatelo e una volta finito preparatevi alla battaglia.

Ora arriviamo alla dura verità: in questo modo non vincerete mai su Fortnite. La latenza e il ritardo nel riconoscere gli input vi impediranno di dominare i nemici come siete soliti fare con mouse e tastiera. Eppure questo è l’unico modo valido per giocare sul proprio dispositivo mobile.