smartphone-cinesi

La Cina è il più grande mercato di smartphone a livello mondiale, e non a caso la maggior parte dei principali OEM sono – per l’appunto – aziende cinesi. Il mercato degli smartphone cinesi ha molte potenzialità, ma nell’ultimo trimestre ha incontrato alcune difficoltà a causa di un problema importante: la saturazione.

In effetti, gli analisti preannunciarono già in passato che il mercato cinese avrebbe raggiunto presto il suo punto di saturazione, considerando la velocità con la quali gli OEM introducevano – ed introducono tutt’ora – nuovi modelli di smartphone. La crisi attesa da tanto tempo è dunque arrivata.

 

Smartphone cinesi: le spedizioni dalla Cina calano a picco

Un report pubblicato da Canalys ha dimostrato come le spedizioni dei produttori di smartphone cinesi siano calate del 21% rispetto allo scorso anno. Cifre assolutamente rilevanti.

Il report suggerisce altresì che, nel primo trimestre 2018, sono stati 91 milioni gli smartphone spediti in Cina; per fare un paragone, medesimo periodo del 2017, le unità spedite sono stati invece 114 milioni – un calo del 21%, per l’appunto.

Dei primi 10 produttori di smartphone in Cina, otto hanno subito un enorme calo nelle vendite; tra questi troviamo Gionee, Meizu e Samsung, le cui spedizioni risultano addirittura dimezzate rispetto al primo trimestre 2017. Solo due brand, ovvero Xiaomi e Vivo, hanno registrato un aumento delle spedizioni – probabilmente grazie agli investimenti in India.

Per i fan di Xiaomi, è interessante notare come la società sia stata in grado di registrare risultati notevolmente positivi, nonostante il crollo del mercato degli smartphone cinesi. Le spedizioni di Xiaomi sono cresciute del 37%, fino a raggiungere raggiungere la stratosferica cifra di 12 milioni. La crescita è stata tale da consentire al brand di salire fino al quarto positivo, superando Apple. Huawei mantiene il suo primato, seguita da OPPO e Vivo – entrambe di BBK.

Per saperne di più: Xiaomi e l’obiettivo di quest’anno, superare il record di vendite del 2017

È interessante sottolineare anche come i primi quattro OEM di smartphone cinesi rappresentino un enorme 73% di tutte le spedizioni; in tal senso, secondo Canalys, questo è un fatto negativo per i consumatori e gli appassionati di smartphone. Questa situazione potrebbe soffocare marchi innovativi come Meizu, Smartisan, 360 Mobiles, Red Pepper e molti altri. Il monopolio non è mai qualcosa di positivo.

Comunque, ci aspettiamo un aumento delle spedizioni nel 2° trimestre, allorquando verranno lanciati numerosi modelli, inclusi i top gamma.