-altoparlanti-schermi-nest-google-riconosceranno-presenza

I sensori di movimento non si trovano spesso negli altoparlanti o negli schermi intelligenti Nest, ma ciò non significa che questi gadget non possano rilevare la tua presenza. A differenza dei prodotti Nest come Thermostat, Protect, Guard e Yale Lock, che hanno i propri sensori di rilevamento del movimento, gli altoparlanti e i display Nest non si baseranno su questo per identificare la tua presenza perché mancano di questo tipo di sensori.

Tutti gli altoparlanti e i display Nest, secondo Google, saranno in grado di identificare la tua presenza, ma solo quando interagisci con il device tramite tocco o controllo vocale. Al contrario, Google Nest Hub (2a generazione) utilizzerà un sensore Soli per determinare se qualcuno è in giro o meno, oltre al tocco o al controllo vocale.

Google Nest, l’aggiornamento sta arrivando

Per coloro che non hanno familiarità, il sensore Soli è ‘un piccolo radar che interpreta i movimenti umani su numerose scale: dal battito cardiaco ai movimenti del corpo’. Non preoccuparti che il tuo altoparlante o display smart Nest si attivi quando rileva il rumore ambientale. Secondo Google, solo l’interazione fisica con il gadget Nest tramite il tocco o il controllo vocale gli farà riconoscere la tua presenza.

C’è un’altra cosa che dovresti sapere sul miglioramento del rilevamento della presenza sui dispositivi Nest. Sebbene questa sia una funzione a cui tutti hanno accesso, è completamente facoltativa. Puoi abilitare la funzione tramite l’app Google Home. Il rilevamento avanzato della presenza sui dispositivi Nest ha lo scopo di automatizzare alcune attività/routine in base alla tua posizione, il che è particolarmente vantaggioso se hai più dispositivi intelligenti in casa.

Google ha verificato che un migliore rilevamento della presenza funzionerà su qualsiasi altoparlante o display Nest, inclusi i dispositivi Google Home, Google Home Max e Google Home Mini, in termini di supporto.

Articolo precedenteTelegram batte Whatsapp: sta diventando l’app di messaggistica più utilizzata nel 2022
Articolo successivoApplicazioni che su iOS funzionano meglio che su Android: ma perchè è così?
Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.