digitale terrestre

Il passaggio al nuovo digitale terrestre DVB-T2 sarà completato l’8 marzo 2022. Da quel giorno tutte le emittenti nazionali e locali completeranno il trasferimento da MPEG-2 a MPEG-4. Il nuovo codec garantisce una qualità di trasmissione superiore. Gli utenti in possesso di un televisore di ultima generazione (acquistato dopo il 2015) non avranno problemi: potranno continuare a guardare i propri programmi preferiti dopo una semplice sintonizzazione.

Altri, invece, potrebbero essere costretti ad acquistare un nuovo dispositivo o decoder. Per scoprire se la tua TV è compatibile con il nuovo codec o meno, sintonizzati semplicemente sui canali 100 e 200 (se appare una schermata con un riquadro e un testo, allora la TV è compatibile). Di seguito trovate alcuni decoder da acquistare per continuare a guardare i canali del digitale terrestre su un vecchio televisore.

I decoder consigliati

I nuovi decoder possono essere collegati con la presa HDMI o SCART. Oltre a guardare i canali del digitale terrestre, puoi anche scaricare le applicazioni disponibili sul Google Play Store, come Prime Video, DAZN e YouTube.

Se vuoi risparmiare dovresti dare un’occhiata ai ricevitori H.265 HEVC, Full High Definition DVB-T2 che, pur non offrendo le stesse funzionalità dei decoder più costosi, come il TELE System UP T2 4K, garantiscono un’esperienza completa.

Diprogress DPT201HD è un decoder con porta HDMI (per guardare contenuti in alta definizione) e SCART. Puoi anche guardare film, immagini e ascoltare tracce audio grazie alla porta USB inclusa.

Compatibile con il nuovo codec, Digiquest DGQ990 HD ha due telecomandi ed è considerato come uno dei migliori decoder di fascia bassa. Puoi collegarlo a Internet tramite un dongle USB.

Infine troviamo conio PICCO T265, un dispositivo pronto per l’installazione. Un decoder DVB-T2 completo ad un prezzo molto conveniente.

Avatar
Tech addicted, gamer ed editor su tecnoandroid.it