Postepay: un tentativo di phishing inguaia l'estate dei clienti

Sarebbe estremamente complicato prevenire tutte le tipologie di inganni presenti sul web, soprattutto perché esistono per qualsiasi ambito. Uno di quelli più colpiti in assoluto è quello della finanza, nel quale ci sono quindi tutti gli affari degli utenti che utilizzano le proprie carte sul web.

La carta più bersagliato dalle truffe, soprattutto in questi ultimi mesi, è la Postepay, la quale è la più diffusa sul territorio italiano. Proprio per questo garantirebbe una percentuale di riuscita maggiore ai truffatori, i quali stanno diffondendo tantissimi messaggi phishing. Proprio in questi giorni si sarebbe diffuso un nuovo testo all’interno delle chat, il quale proverebbe a carpire i dati di accesso ai conti correnti delle persone.

 

Postepay: torna l’incubo del messaggio phishing, ecco come è scritto questa volta

Gentile Cliente,
Siamo spiacenti di informarvi che abbiamo deciso di sospendere le vostre operazioni sul nostro sito e sulla vostra carta poichè avete ignorato la precedente richiesta di conferma della vostra identità e di attivazione dei servizi DSP2 che è ormai la norma europea.
Per poter riutilizzare la sua carta si prega di confermare le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche.
L’aggiornamento di un giorno obbligatorio.
Ti ringraziamo in anticipo per il tempo che ci dedicherai.
Per iniziare:
  CLICCA QUI  
Le ricordiamo che finché la verifica non viene effettuata, lei non sarà in grado di :
  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.
  • Effettuare bonifici bancari .