Benzina e diesel in aumento: i prezzi per gli italiani ai massimi storici

La crisi aveva fatto inizialmente scendere a capofitto il prezzo del carburante in generale. Diesel e benzina erano arrivati poco al di sopra di 1 euro per ogni litro. Oggi invece la situazione è ben diversa, con tutti i distributori che hanno aumentato i prezzi.

Fare un pieno dunque costa molto di più rispetto al passato, con prezzi eccessivamente alti che vanno quindi a ripercuotersi sulle tasche degli italiani. 

 

Prezzi della benzina e del diesel in aumento: il comunicato ufficiale del Codacons

Questo è dunque il comunicato ufficiale del Codacons uscito lo scorso 27 luglio, quando c’è stata un leggera discesa:

Leggera discesa per i listini dei carburanti alla pompa con la benzina che, secondo le rilevazioni Mise, costa in media 1,653 euro al litro (contro 1,655 della settimana scorsa), 1,510 euro al litro il gasolio (1,513 la rilevazione precedente).

Listini che, tuttavia, rimangono a livelli record, con i prezzi più alti da ottobre 2018 Rispetto allo stesso periodo del 2020, la benzina costa oggi il 17,8% in più, mentre per il gasolio si spende il 17,1% in più.

Questo significa che per un pieno di benzina un automobilista subisce oggi un aggravio di +12,5 euro rispetto allo scorso anno, +11 euro per il gasolio, con un maggior esborso medio su base annua pari a +300 euro a famiglia, solo per maggiori costi di rifornimento“.

Definire come una discesa questi prezzi pare dunque una presa in giro nei confronti dei consumatori. Questi ultimi infatti stanno adesso assistendo ad una sorta di periodo di assestamento. I prezzi restano infatti stabili con costi al servito che per benzina e diesel rispettivamente vengono fissati a 1,799 e 1,660 euro.