Password

Parlare di sicurezza ormai sembra andare di moda. Proprio ieri si è celebrata la Giornata Mondiale della Password. Un momento utile per ricordare a tutti non solo quanto sia importante sceglierle bene per proteggere gli innumerevoli account, ma anche come la rete stia diventando sempre più pericolosa. Essendo connessi a qualsiasi cosa le credenziali di accesso sono indispensabili per proteggere le nostre informazioni. La sicurezza dei nostri dati personali dipende dalle password che utilizziamo. Ecco una breve guida alla scelta per evitare i soliti errori.

 

Come scegliere bene una, due… tutte le password

Scegliere la password giusta non è solo l’unica cosa indispensabile per proteggere la propria privacy. Occorre anche giocare di strategia altrimenti aperta una porta, il cybercriminale potrebbe aprire anche tutte le altre. Il primo consiglio infatti riguarda proprio un errore che in molti commettono, ne seguono poi altri:

  1. non utilizzare la stessa password per tutto. Questo è il primo dei consigli. Altrimenti qualora un hacker riuscisse ad accedere alle credenziali in un attimo comprometterebbe tutti gli accessi;
  2. il secondo consiglio si concentra sulla scelta della password. È importante crearne una che non sia troppo facile da scoprire. Le serie di numeri “123456” sono le più facili da forzare. Così come la città di residenza o la data di nascita. Anche il nome di uno dei genitori risulta essere una scelta pericolosa. Pensandoci bene basterebbero le informazioni pubblicate su un social per forzare un accesso rubando i dati;
  3. la password ideale dovrebbe superare i 12 caratteri compresi anche quelli cosiddetti speciali insieme a lettere maiuscole e numeri;
  4. abbinare i sistemi di riconoscimento biometrico quali impronta digitale o riconoscimento facciale. Meglio se collegati a più password generate da apposite applicazioni;
  5. utilizzare un password manager. Su Play Store e Apple Store ce ne sono diversi con più o meno funzioni. Ovviamente i migliori risultano essere quelli a pagamento sotto forma di abbonamento annuale. Tra questi segnaliamo 1password, uno dei più completi che si può scaricare direttamente dal sito ufficiale. È compatibile sia per Android che per iOS, Windows e ha diverse estensioni anche per i browser più famosi tra cui Google Chrome e Safari.

Insomma i consigli per creare e gestire password in modo sicuro sono stati elencati. Ora tocca a ciascun utente riconoscere se sta commettendo qualche errore e correre subito ai ripari. Tra le truffe più diffuse ci sono quelle ai danni dei clienti delle banche che attraverso un link cercano di rubare le credenziali di accesso all’Home Banking.

 

VIAVia