Coronavirus: quando finirà il Covid? Le parole di Bill Gates sul viruscontagi da Covid-19 sul territorio italiano non sembrano voler diminuire in tempi relativamente brevi, nel corso della giornata del 12 gennaio 2021 sono stati segnalati complessivamente 12’42 casi, con 141’641 tamponi processati da tutte le regioni del territorio. I vaccinati, invece, raggiungono una quota significativa, fermandosi a 731’539 alle 12 di oggi.

I dati che ha comunicato il quotidiano bollettino del Ministero, parlano di un’epidemia che non molla la presa, i decessi sono ancora tantissimi, sono oltre 616 le persone che hanno tragicamente perso la vita nelle ultime 24 ore (ieri erano state quasi la metà), con 19’565 guariti completamente dal Coronavirus. Attualmente in Italia abbiamo 570’040 persone effettivamente positive, di queste 23’712 risultano essere ricoverate in ospedale con sintomi, mentre 2’636 sono purtroppo costrette alla terapia intensiva, tutte le altre sono in isolamento domiciliare fiduciario.

Dall’inizio della pandemia in Italia si contano complessivamente 2’303’263 casi di Covid-19 con 79’819 decessi 1’653’404 guariti.

 

Contagi 12/1/2021: il Veneto la più colpita

Dopo qualche giorno di tranquillità, il Veneto torna in testa ai contagi giornalieri, con una crescita di 2134 casi di Covid-19 in sole 24 ore; al secondo posto si posiziona la Sicilia con un preoccupante incremento di 1913 casi, seguita poi dall’Emlia Romagna con 1563 contagi giornalieri. Chiudono la classifica la Lombardia con 1146, Lazio 1381 Puglia +1261.

Tutte le altre regioni hanno totalizzato un numero inferiore ai 1000 casi giornalieri, raggiungendo precisamente 303 in Toscana, 901 in Piemonte, 662 in Campania, 276 in Liguria, 647 in Friuli Venezia Giulia, 499 nelle Marche, 152 in Abruzzo, 411 in Sardegna, 99 in provincia autonoma di Bolzano, 205 in Umbria, 249 in Calabria, 234 in provincia di Trento, 168 in Basilicata, 14 in valle d’aosta e 24 in Molise.