Bolletta dell'acqua: rincari spaventosi, le regioni dove si paga di più

Si è parlato più volte dei possibili aumenti per quanto riguarda le bollette di luce e gas, ma a quanto pare la bolletta dell’acqua sarebbe stata l’unica a vedere un rincaro. A confermarlonegli ultimi mesi l’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva. 

In questo caso infatti il costo dell’acqua sarebbe rincarato circa del 2% rispetto al 2018 e durante lo scorso anno mediamente in famiglia sono stati spesi dunque 434 €. Quello che ha pesato più in assoluto è sicuramente il costo che riguarda il servizio acquedotto più quello per la depurazione e la fognatura.

 

Bolletta dell’acqua: ci sono posti dove l’acqua costa di più, ecco il resoconto

In genere le bollette dell’acqua risultano essere quelle meno care in assoluto, ma in questo caso il rincaro sarebbe sensibile. Al sud infatti l’aumento è stato del +3,1%, mentre al centro del +2,7%. Al nord invece il rincaro risulta certamente minore con il +0,6%.

Al centro però sembrerebbe esserci un rincaro maggiore, con la Toscana che mediamente vedrebbe 688 € spesi per famiglia, l’Umbria con 531 €, le Marche con 527 € infine l’Emilia-Romagna con 511 €. La regione chi invece ha risentito meno di tutto ciò è sicuramente il Molise, dove in genere le famiglie si ritrovano pagare 163 € all’anno. La regione con il rincaro maggiore infine sembra essere l’Abruzzo con un +6,3%. La tariffa dell’acqua in Veneto e invece è scesa con le famiglie che spendono mediamente 394 €, mentre la meno cara dopo il Molise è il Trentino Alto Adige con 202 €. Segue la Valle d’Aosta con 291 € mentre in Lombardia la tariffa media annuale è di 309 €. Chiude il Lazio con 498 €.