voli-low-cost-prezzi

Dai primi di giugno la lotta tra le compagnie aeree è tornata attiva. Dopo mesi di stop forzato per via del Covid-19, si può tornare a viaggiare, e ad un costo davvero basso!

Inizialmente si ipotizzò una crescita repentina dei prezzi per i biglietti dei voli in modo tale da bilanciare le perdite di questi mesi e garantire un ottimo servizio in sicurezza. È bastato pochissimo però per dare il via alla competizione tra le compagnie low cost come Ryanair e Wizz Air. Secondo Brian Pearce, capo economista della Iata, “le tariffe dei voli nazionali hanno registrato una riduzione del 23% rispetto allo stesso periodo di un anno fa”. Il motivo di tale trovata sta nel fatto che queste hanno bisogno di liquidità, dunque di invogliare i viaggiatori a prendere l’aereo. Godetevi questi attimi in cui i voli low cost superano per la prima volta gli standard, perché torneranno tra pochissimo gli stessi prezzi di sempre.

Voli low cost: è guerra aperta tra le compagnie

Ovviamente a rimetterci saranno le compagnie, vista la penalità dell’operativo ridotto e le varie procedure di imbarco più lente. Per giunta ne sentiranno il peso soprattutto i voli a lungo raggio, data la loro lontana ripresa.

Alexandre de Juniac, direttore generale della Iata, si è anche espresso in merito alle regole del Regno Unito di imporre la quarantena a tutti i turisti che giungono nelle città: “Questa misura è tra i principali ostacoli alla ripresa ai viaggi non si può andare in vacanza per due settimane in un Paese che poi obbliga a starsene rinchiusi per tutto quel tempo come misura di prevenzione”.