soldi scomparsi sulle SIM a causa di truffe TIM, Wind, 3 Italia, Vodafone e Iliad

Lo scandalo delle SIM clonate è tornato ad infestare la vita quotidiana di molti utenti i quali, impauriti, si stanno domandando se effettivamente vi sia un rischio reale o meno. Denominata anche “SIM Swap Scam“, la truffa che riguarda le card telefoniche può apparire come una fake news a primo acchito, ma purtroppo tale non è.

Rispolverata dai cybercriminali con un unico obiettivo, la clonazione delle carte telefoniche degli italiani potrebbe risultare più pericolosa di altre volte poiché, ad oggi, essa viene utilizzata per poter raggirare i moderni sistemi di sicurezza delle home banking. 

SIM telefoniche clonate: ecco cosa.sta accadendo in tutta Italia

Stando alle segnalazioni pervenute, le clonazioni delle SIM sono in aumento in tutta Italia e riguardano tutti gli operatori nazionali. In particolar modo non è ancora chiaro come queste stiano avvenendo ma c’è chi afferma che i metodi utilizzati siano del tutto legali.

Cosa si intende? Beh, secondo diverse voci, i cybercirminali starebbero richiedendo dei duplicati ai gestori telefonici grazie ai documenti appartenenti alle stesse vittime. Sembra surreale eppure questa teoria appare essere molto diffusa tra chi è caduto vittima di tale raggiro. Il tutto, per chi se lo stesse chiedendo, risulterebbe possibile a causa della poca privacy che molti portano avanti sui social network; ad oggi trovare riferimenti ai documenti personali con tanto di foto di patenti e passaporti è diventato usuale, quindi non ce ne sarebbe da scandalizzarsi.

Il consiglio, in questo caso, è unicamente uno: prestare massima attenzione a ciò che si condivide online.