Nel 2019 Android auto si è confermato nuovamente il leader nel settore dei sistemi operativi intelligenti per auto. Quest’ultimo, non a caso, da circa 6 anni rappresenta a tutti gli effetti il braccio destro di milioni di automobilisti in tutto il mondo.

Lo scorso mese l’SO di proprietà di Google ha ricevuto un importante aggiornamento alla versione a 4.6 che, inaspettatamente, ha completamente stravolto il sistema sia da un punto di vista funzionale che da un punto di vista grafico. Nella nuova versione, infatti, sono stati introdotti dei nuovi pulsanti, un’interfaccia interamente ridisegnata ed un menù completamente nuovo che finalmente permette agli utenti di posizionare le app a proprio piacimento. 

Grazie a questo nuovo update, quindi, il colosso della Mountain View è finalmente riuscito  a ridurre al minimo l’utilizzo dello smartphone mentre si è al voltante. Ciononostante, però, il sistema include ancora delle funzionalità per le quali è richiesto inevitabilmente l’utilizzo dei cellulari. Scopriamo di seguito, quindi, cosa ci aspetta nel prossimo futuro.

Google: arriva l’addio definitivo all’app di Android auto su Smartphone 

Da 6 anni a questa parte, ormai, l’obbiettivo principale del sistema operativo per automobili Android auto è sempre stato quello di minimizzare l’utilizzo dei dispositivi mobili mentre si è alla guida. Purtroppo, però, nonostante Auto sia stato aggiornato centinaia di volte, lo Smartphone continua ad essere indispensabile per portare a termine alcune operazioni come ad esempio l’avvio stesso del SO. Scavando all’interno del codice sorgente, però, i ragazzi 9to5Google hanno scovato alcuni messaggi nascosti che sembrano annunciare un’imminente eliminazione dell’app dal Play Store. Ecco di seguito il testo:

“Android Auto è ora disponibile solo per i display delle automobili. Sul tuo smartphone prova invece la modalità di guida offerta dall’Assistente di Google” e ancora “La modalità guida di Google Assistant sostituirà Auto per i telefoni dopo %s. Provala subito”