Google maps

Google Maps secondo un giudizio quasi unanime del pubblico può essere definita la piattaforma più popolare per i servizi di navigazione. Da semplice contenitore di mappe, il portale di BigG si è evoluto costantemente nel tempo anche grazie all’arrivo di nuove funzioni. Solo per citare le novità più recenti, su Maps sono arrivate le notifiche per tutor ed autovelox.

 

Google Maps, attenzione al pericolo delle finte attività sull’app

Anche se poco valutate, su Google Maps si sono delle criticità da non sottovalutare. Come riportato da indiscrezioni di portali internazionali, su Maps gli utenti si possono imbattere in ipotetiche truffe.

Tutto nasce da un’analisi attenta sulle attività commerciali che sono sponsorizzate sulle diverse carte virtuali. Stando ai riscontri effettuati nelle aree metropolitane di New York e di Los Angeles, una parte delle attività presenti su Maps sarebbero del tutto fittizie, se non proprio inesistenti. Se si proiettano i dati estrapolati dalle due città americane su scala globale, si evince che su Maps potrebbero essere presenti oltre 10 milioni di finti esercizi. 

Le presenze di esercizi fasulli non riguardano i campi della ristorazione o quello alberghiero. L’anomalia è perlopiù focalizzata sulle prestazioni dei liberi professionisti. Per difendersi da eventuali attività finte sponsorizzate su Google Maps, gli utenti possono utilizzare il classico consiglio: leggere attentamente le recensioni di altri utenti.