4G falla sicurezza

Il 4G è lo standard preferito da tutti i consumatori che lo utilizzano quotidianamente per navigare online e rimanere in contatto con amici e parenti. in un mondo sempre più connesso, la richiesta per abbonamenti ricchi di giga in 4G è andata via via sempre più fortificandosi prevedendo così la messa in vendita di abbonamenti sempre più ricchi nelle soglie e a prezzi minori. oramai, sono molti gli utenti che non staccano mai la connessione dati dal loro dispositivo prevedendo un uso molto elevato di questo standard. ciò nonostante, grazie alle ricerche effettuate da due università, è stato rilevato che il 4G in realtà cela al suo interno un problema molto grave è che può potenzialmente mettere in pericolo tutti gli utenti che lo utilizzano.

Tale problematica, infatti, risiede proprio nello standard quindi non è un deficit da parte di qualche operatore telefonico come ad esempio Tim, Wind, Tre, Vodafone o Iliad. C’è, però, da dire che nessuno di quelli appena citati ha mai incluso una postilla riguardante questa falla nei suoi contratti così da rendere quantomeno partecipi i consumatori della situazione.

Leggi anche:  WiFi gratis per tutti quanti: ecco come dire addio al 4G

Il 4G è fallato e mette in pericolo chi lo utilizza: ecco il perché

Dal report finale denominato “aLTEr Attack” è stato individuato che il 4G soffre di un irrimediabile falla contenuta all’interno di tre suoi protocolli. nello specifico, questi ultimi, sono quelli che permettono la connessione, disconnessione e l’eventuale trasmissione di dati tra dispositivo e la rete.

Grazie a questo lasciapassare residente all’interno della stessa connessione, i malintenzionati possono entrare nella vita degli utenti come meglio vogliono e generare una serie di attacchi sia attivi che passivi molto pericolosi. Vista la natura della falla appare subito evidente che questa non possa essere risolta in alcun modo nonostante ciò mi sono due punti a favore per la sicurezza degli utenti: Il primo è che attuare un hackeraggio di tale portata richiede una strumentazione molto costosa è che non è alla portata di tutti i malintenzionati; La seconda è che per attuare un attacco del genere è necessario un rapporto di vicinanza molto stretto.