email ed SMSI tentativi di frode online sono ancora frequenti, invadono periodicamente la posta elettronica, e non solo, di diversi utenti. Arrivano tramite email, SMS, WhatsApp e sui Social e tentano di sottrarre dati alle potenziali vittime per ottenere il loro denaro. I clienti di Poste Italiane hanno ricevuto più volte, da parte dei cyber-criminali, svariate comunicazioni fraudolente. Messaggi accompagnati da URL di siti fittizi in grado di trafugare dati e inviarli ai malfattori. Le segnalazioni da parte della Polizia Postale sono accompagnate da una serie di consigli utili che permettono di proteggere le proprie prepagate e i propri conti correnti.

Truffe online: email, SMS e WhatsApp sono utilizzati dai malfattori per diffondere comunicazioni fraudolente!

Nell’ultimo periodo il fenomeno del phishing è diventato più intenso. Le segnalazioni da parte della Polizia Postale sono state diverse, l’ente ha infatti condiviso in questi giorni numerosi consigli utili agli utenti. Tramite diversi post sono stati approfonditi i procedimenti sfruttati dal phishing e dallo smishing, tentativi di frode che puntano al denaro delle vittime. I clienti di Poste Italiane non sono gli unici a cui mirano i criminali. Diversi istituti bancari e varie aziende, sono utilizzati come espedienti dagli hacker.

Leggi anche:  Postepay+: la nuova applicazione offre tanti servizi, clienti entusiasti

Loro obbiettivo è quello di suscitare una reazione nella vittima, tanto da convincerla a fornire in prima persona i dati di accesso al conto. Il sito clone a cui abbiamo fatto riferimento sarà fornito dagli stessi criminali per permettere all’utente di inserire le sue credenziali e spedirle loro. Un’azione che permetterà di svuotare il conto in pochi istanti.

Così il phishing, e i vari tentativi di frode ormai frequenti, ingannano gli utenti e riescono ad ottenere il loro denaro. Sono gli utenti stessi, quindi, che dovranno proteggere il loro conto evitando di fornire dati e non lasciandosi persuadere da false comunicazioni facili da riconoscere.