bambino-smarthphone

Grazie a un algoritmo, da oggi non sarà più impossibile individuare l’età di chi usa uno smartphone, ovvero sapremo con una certezza quasi al 100% se ad usarlo è stato un bambino. Questo è il risultato di una ricerca scientifica in corso tra le università del Sud Carolina negli Stati Uniti e la Zhejiang University in Cina, che hanno collaborato al progetto sfruttando proprio le potenzialità di calcolo delle nuove intelligenze artificiali. AI che in questo inizio di 2018 sono implementate in maniera massiva sugli smartphone in uscita.

Come l’algoritmo scova il bambino e possibili scenari d’uso

I ricercatori assicurano che al momento l’algoritmo riconosce un bambino al primo tentativo di sblocco con una precisione dell’84%, ma la percentuale incredibilmente sale al 97% dopo 8 tentativi di sblocco.
Questo tipo di risultati potrebbe aprire scenari inaspettati, come l’eliminazione di pin e parental control da tutti i dispositivi. Questi sistemi avevano il difetto che dovevano essere impostati dai genitori e, spesso, o i figli imparavano tali codici o i genitori se ne dimenticavano di attivarli. E che dire del FaceID, che ad oggi è ancora molto impreciso? Applicando l’algoritmo a tutti i dispositivi, non ci sarà più bisogno di ricordarsene.