Twitter in crisi
Twitter in crisi

La piattaforma Twitter è in costante crescita anche se non è affatto fuori da una probabile crisi a causa del ristagno degli utenti. L’obiettivo è quello di far crescere il social cambiandogli volto.

Il progetto di cambiamento è già iniziato mesi fa, aumentando a 280 i caratteri disponibili o le catene di tweet. Ora, ad una conferenza il CEO di Twitter, Jack Dorsey ha dichiarato che ancora molti utenti lo ritengono difficile da usare.

Twitter è troppo difficile da usare, cambiamenti in arrivo?

Dorsey ha spiegato che molti utenti abbandonando il social perché non riescono a trovare funzioni che desidererebbero. Questo bloccherebbe una crescita della piattaforma non raggiungendo i la concorrenza. Il CEO ha inoltre aggiunto che “è arrivato il momento di semplificare Twitter e fornire agli utenti esperienze più personalizzate“.

Il problema principale è che molti utenti aprono e scorrono la piattaforma ma in “pochi” decidono di partecipare pubblicando tweet. Un terzo delle nuove persone che ogni giorno aprono Twitter si aspettano di trovare delle cose che poi non trovano e questo li spinge a non utilizzarlo. Ovviamente non mancano gli scandali ad allontanare utenti. L’ultimo è di gennaio, quando un ex dipendente dichiarò che la piattaforma monitorava e archiviava tutto ciò che gli utenti scambiavano in privato.

Infine, Dorsey ha aggiunto che il social si basa troppo sul testo, nei prossimi mesi si concentrerà quindi sul fronte dei video e su eventi dal vivo. Ecco le sue parole: “Il potere della parola è incredibile ma in certe situazioni si vorrebbe vedere un’immagine o un video o qualcosa di più coinvolgente”.