Apple, iPhone 14, iPhone 14 Pro, notch, design

Apple presenterà la nuova famiglia iPhone 14 nella seconda metà dell’anno ma il colosso di Cupertino sta già sviluppando i prossimi iPhone 15. In queste ore sono emerse alcune indiscrezioni riguardo i prossimi flagship dell’azienda californiana.

Stando ad un nuovo report, Apple sta lavorando per raggiungere l’indipendenza produttiva sotto molti punti di vista. Uno di questi è certamente la componentistica hardware che assume un valore sempre più centrale.

L’azienda di Cupertino potrebbe interrompere la collaborazione con Qualcomm per la fornitura dei modem dedicati alla connettività cellulare a partire dal 2023. Questi pezzi saranno sostituiti con modem 5G realizzati autonomamente.

 

Apple sta lavorando allo sviluppo del modem 5G sviluppato in proprio che sarà equipaggiato sui prossimi iPhone 15

La decisione farebbe seguito all’acquisizione strategica della divisione modem di Intel avvenuta nel 2019. Apple ha fatto propri i brevetti del produttore, il know-how e oltre 2.200 impiegati. Tuttavia, come dimostrano le oltre 140 posizioni aperte nella divisione, l’azienda sta continuando a ricercare esperti del settore per migliorare i prodotti.

Attualmente, tutti i modem utilizzati sui device della mela sono forniti da Qualcomm. L’obiettivo è ridurre questa quota al 20% appena a partire dal 2023. Questo significa che l’intera famiglia iPhone 15 sarà la prima a poter contare su questo cambiamento.

Il vantaggio di una mossa del genere è quello di lasciare l’azienda meno esposta ai problemi che possono colpire il settore, come dimostra la Crisi dei Chip. Ridurre la dipendenza da fornitori esterni ed internalizzare i processi può favorire a rendere la produzione più snella e veloce. Inoltre, la disponibilità economica di Apple permetterà di effettuare i dovuti test per realizzare un prodotto che sia in grado di soddisfare appieno le aspettative.

Alessio Amoruso
Economics & Marketing Student, Tech enthusiast, Star Wars Fan and Blogger