Samsung, Galaxy Z Fold3, foldable, smartphone pieghevole

Nei giorni scorsi Samsung ha presentato ufficialmente la nuova famiglia di device foldable dell’azienda coreana. I Galaxy Z Fold3 e Galaxy Z Flip3 rappresentano il fiore all’occhiello del brand e sono dotati di tecnologie rivoluzionarie.

Il salto generazionale rispetto ai precedenti modelli è notevole e questo grazie all’uso di novità tecniche fondamentali come i nuovi display. Queste soluzioni sono ancora relativamente acerbe, per questo i costi di realizzazione sono piuttosto elevati.

Questa situazione si ripercuote anche sui pezzi di ricambio in caso di danno. I costi di riparazioni saranno molto alti come emerge da un nuovo report realizzato da The Verge. Gli utenti che acquisteranno i Galaxy Z Fold3 e Galaxy Z Flip3 faranno meglio a stare molto attenti ad utilizzare i propri device.

 

Riparare i nuovi Samsung Galaxy Z Fold3 e Galaxy Z Flip3 costa come acquistare un nuovo smartphone

Samsung applicherà un costo di 369 dollari per sostituire il display interno di Galaxy Z Flip3. Questa cifra sale fino a 469 dollari per il display di Galaxy Z Fold3. Le cifre si riferiscono al mercato americano ma possiamo immaginare dei prezzi simili in tutti i mercati in cui i due device sono commercializzati.

Tuttavia, è divertente notare che il costo del singolo display per il Galaxy Z Fold3 è quasi equivalente a quello di Pixel 5a. Il device Google è venduto negli USA a 449 dollari quindi, in alternativa alla riparazione del foldable di Samsung è possibile acquistare un nuovo device.

Per quanto riguarda il display esterno dei due smartphone pieghevoli invece, i costi di riparazione sono molto più bassi. Per Galaxy Z Flip3 si parla di 99 dollari mentre per Galaxy Z Fold3 si arriva a 149 dollari. I prezzi citati sono relativi alle riparazioni fuori garanzia o danneggiati da fattori esterni, tuttavia Samsung consiglia la sottoscrizione del piano Care Plus per una maggiore sicurezza.