Diesel

È iniziata la guerra fredda contro le auto diesel. Da qui ai prossimi anni ci sarà un’escalation di blocchi ai veicoli con questi motori fino a che non ne potrà circolare più nemmeno uno. È questa l’indicazione che arriva dall’Unione Europea e pare sia volontà anche dell’Italia. Dall’altra parte della barricata sono pronte le auto elettriche e ibride che saranno inizialmente le più scelte soprattutto in alcune città.

Per ora dove si abita fa la differenza, ma poi… le conseguenze ricadranno su tutti. Le istituzioni non vogliono più veder circolare le auto diesel. Ne parlano tutti del “caso Milano” descritto molto bene in un articolo del Corriere della Sera: “Il 2030 sarà l’ultimo anno in cui potranno circolare liberamente le vetture a gasolio di qualsiasi omologazione, anche le più recenti”. Siete ancora sicuri di volerne comprare una?

 

Il diesel ha i giorni contati, almeno a Milano

L’inquinamento non fa bene e sembra che a Milano stia rovinando anche la Madonnina del Duomo. Scherzi a parte, occorre prestare molto attenzione allo scenario programmato dalle istituzione per questa metropoli. Nonostante gli eco-bonus sull’acquisto di auto diesel e benzina con motori meno inquinanti, il cronoprogramma parla chiaro: dal 2030 a Milano non potranno più circolare.

Per questo è necessario per chi vi abita non fare errori di acquisto, ma anche tutti gli altri cittadini dovranno realizzare che il diesel è un motore in discesa. Di gran lunga “sono da preferire le auto a benzina, le bi-fuel a gas (metano o GPL) e le ibride, oltre ovviamente alle elettriche pure”, commenta l’articolo.

Facendo alcuni conti le prima mosse della guerra fredda contro il diesel cominceranno ad ottobre 2022. A Milano dovranno rimanere in garage “le Euro 2 a benzina; le Euro 3 e 4 Diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione <= 0,0045 g/km; le Euro 0, 1, 2, 3, 4 Diesel con FAP after-market installato entro il 31 dicembre 2018 e con classe «massa particolato» pari almeno a Euro 4”. Non manca nemmeno l’euro 5 all’appello.

Con l’arrivo di ottobre 2025 addio anche Euro 3 benzina e Euro 6 diesel leggeri acquistati dopo il 31 dicembre 2018. Il 2028 sarà l’anno delle Euro 4 benzina. Infine arriverà il 2030 quando a doversi fermare saranno quelle più aggiornate ad oggi: le Euro 6 Diesel D-TEMP ed Euro 6 Diesel D.

Il 2030 sembra lontano, ma non lo è così tanto. Quindi prima di decidere quale auto acquistare meglio fermarsi un’attimo, leggere questo articolo, pensare e poi decidere. Tutta Italia seguirà prima o poi questo modello e per il buon vecchio motore a gasolio sarà davvero la fine.

 

VIAVia