Global.health

L’attuale pandemia da COVID-19, come lo stesso nome suggerisce, è una situazione che sta interessando tutto il mondo ormai da più di un anno. Si tratta di una condizione di emergenza sanitaria mondiale che bisogna sempre cercare di tenere sotto stretta osservazione. Per tale ragione, alcuni scienziati inglesi ed americani hanno deciso di mettere a punto Global.health, una nuova banca dati mondiale che ha come obiettivo quello di tracciare la pandemia da COVID-19 in tempo reale analizzando dati che arrivano da oltre 100 Paesi.

A mettere in atto lo sviluppo di Global.health è stato un team di scienziati delle università di Oxford e Harvard finanziati dai colossi Google e dalla Fondazione Rockfeller. Si tratta di una iniziativa davvero innovativa ed importantissima promossa da importanti istituzioni accademiche sia europee che statunitensi. Questo nuovo database mondiale servirà per tracciare in tempo reale, minuto dopo minuto, l’andamento della pandemia da COVID-19.

Per riuscire in questo compito, Global.health prenderà in esame tutte le informazioni anonimizzate relative a milioni di contagi in oltre 100 Paesi sparsi in tutto il mondo. Questa incredibile banca dati, a differenza della mappa interattiva di contagi e vittime sviluppata dalla John Hopkins University, raccoglie una varietà molto più ampia di informazioni. Per ciascun individuo, infatti, il database include fino a 40 voci associate come, ad esempio, il giorno in cui sono apparsi i primi sintomi, il giorno in cui è stata diagnosticata la COVID-19 e tante altre informazioni, sempre nel rispetto della privacy.

Grazie a tutti questi dati Global.health consentirà di stimare, ad esempio, la velocità di diffusione delle varianti, la persistenza dell’immunità acquisita e tanto altro ancora.

FONTEUniversity of Oxford