Bitcoin, criptomoneta, criptovalute, Google, Samsung, Google Pay, Samsung Pay, Apple

Un utente Apple ha perso tutti i risparmi di una vita a causa di una finta applicazione scaricata da Apple Store. L’utente li aveva convertiti in Bitcoin e per monitorare l’andamento del suo portafoglio aveva scaricato l’app Trezor.

Il suo conto ammontava ad un totale di circa 17 Bitcoin, pari ad un milione di dollari. Tuttavia, dopo l’installazione dell’app e le normali procedure di accesso, il conto è sceso a zero. La notizia è stata lanciata da Bitcoin.com che ha fornito anche alcuni dettagli sulla dinamica del furto.

L’app in questione era una finta versione di Trezor, creata ad arte per ingannare gli utenti. I truffatori infatti hanno realizzato un app senza alcun sistema di sicurezza che per qualche ragione era stata accettata su Apple Store.

Un utente ha perso un milione di dollari in Bitcoin

Gli inconsapevoli utenti erano indotti a utilizzare l’app come se si trattasse del vero sistema di gestione del portafoglio online. Per questo motivo inserivano i dati di accesso all’account dove erano depositati i Bitcoin.

Il sistema di truffa è attivo da tempo e le prime notizie a riguardo risalgono a dicembre 2020. La stessa Trezor era a conoscenza di fake app presenti sugli store Apple e Android. Il sistema di gestione del portafoglio non ha sviluppato applicazioni per mobile, quindi non esistono App per Android iOS. Proprio per evitare questi problemi, il servizio ha costantemente informato i propri utenti e ha anche inviato messaggi con cui li informava di potenziali pericoli.

Per garantire la sicurezza dei propri utenti, Trezor ha anche informato Google che ha prontamente rimosso le app dal Play Store. Sicuramente anche Apple è stata informata, ma le app continuano ad essere presenti su App Store. Alla fine, un povero utente ci è cascato e ha perso tutti i propri risparmi.