Huawei, P50, P40, AppGallery, store, app

Il 2020 è stato un anno difficile per tutti e anche le grandi aziende non sono state esenti dalla crisi causata dalla Pandemia. Tuttavia, nonostante tutto, Huawei è riuscita a raggiungere le performance generali previste.

Il dato che emerge dai risultati finanziari relativi al 2020 è che Huawei ha raggiunto un fatturato globale di 136,7 miliardi di dollari e un utile netto di 9,9 miliardi di dollari. Guardando ai risultati relativi al 2019, la crescita per il fatturato è del 3,8% mentre l’utile è salito del 3,2% anno su anno.

Una dichiarazione di Ken Hu, Deputy Chairman di Huawei, ha accompagnato i risultati finanziari. Il dirigente dell’azienda cinese ha confermato che: “Nell’ultimo anno abbiamo fatto fronte alle avversità. Abbiamo continuato a innovare e creare valore per i nostri clienti, aiutandoli a combattere la pandemia e sostenendo la ripresa economica e il progresso sociale in tutto il mondo“.

Huawei registra una crescita di fatturato e utile nel 2020

Le performance positive dell’azienda sono legate ai vari settori in cui Huawei è impegnata. Grazie al Carrier Business Group, il brand ha garantito il funzionamento di 1.500 reti in oltre 170 Paesi e regioni durante la pandemia. Senza un impegno così importante, non sarebbe stato possibile lavorare in smart working o anche semplicemente effettuare videochiamate.

Anche il fatturato dell’Enterprise Business Group è cresciuto significativamente con un 23% anno su anno, raggiungendo i 15,4 miliardi di dollari. Questa divisione si occupa dei servizi di intelligenza artificiale integrati in Huawei Cloud.

Note positive anche dal Consumer Business Group con 74,1 miliardi di dollari e una crescita del 3,3% rispetto all’anno precedente. In questi conteggi rientrano i Huawei Mobile Services e certamente anche HarmonyOS, il prossimo grande passo dell’azienda.

Il 2021 rappresenterà un’ulteriore sfida per Huawei ma gli obiettivi saranno sempre gli stessi. L’azienda vuole favorire lo sviluppo della tecnologia come soluzione ai problemi di propri utenti. L’innovazione e lo sviluppo resteranno centri per migliorare la vita dei singoli utenti ma anche delle imprese.