Aumenti operatori telefonici: fate attenzione alle nuove tariffe

Gli operatori telefonici vecchi e nuovi, trovano sempre il modo di guadagnare più del giorni prima sui propri servizi. Tra le più famose compagnie telefoniche a cui i clienti danno la piena fiducia, senz’altro abbiamo la compagnia telefonica Iliad. Quest’ultima infatti non ha mai effettuato delle rimodulazioni. Compagnie come TIM, Tiscali e Vodafone, invece, lo fanno regolarmente. Scopriamo gli aumenti degli operatori telefonici più recenti.

Aumenti operatori telefonici, ecco i più recenti di cui siamo a conoscenza

Tornando agli aumenti degli operatori telefonici, le compagnie di TIM, Tiscali e Vodafone stanno ricominciando con le nuove modulazioni delle tariffe.

Già dal mese di maggio, l’operatore telefonico Vodafone aveva comunicato dei cambiamenti. Ecco le parole dei portavoce: “A partire dall’8 Dicembre 2019, il costo della tua offerta Unlimited + aumenterà di 2,99 euro al mese. Consentendoci di continuare a investire sulla rete per offrirti sempre la massima qualità dei nostri servizi. Per maggiori informazioni vai su voda.it/info. Ti ricordiamo che, ai sensi dell’articolo 70 comma 4 del Decreto legislativo 1° Agosto 2003 n. 259, della Delibera 519/15/CONS e delle Condizioni Generali di Contratto, se non accetti tale modifica hai diritto a recedere dal contratto o passare ad altro operatore mantenendo il tuo numero. Non vi saranno penali nè costi di disattivazione fino al 7 dicembre 2019, ossia fino all’ultimo giorno di validità delle precedenti condizioni, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali“. 

Ad ogni modo, un trucco interessante per evitare gli aumenti di questi operatori, potrebbe essere talvolta quello di cambiare gestore e attendere una migliore offerta da quello con cui vi trovate. Qualora non avesse nessuna offerta, vi troverete comunque con un nuovo operatore che ha di meglio da offrire.