blank

Un gruppo di ricercatori di sicurezza informatica ha appena individuato la presenza di un malware silente su alcuni sistemi che sfruttano uno dei sistemi operativi di Apple, macOS. Apparentemente ora sembra interessare appena 30.000 dispositivi in tutto il mondo, ma il problema è che sono tutti basati sul chip M1 e quindi riguarda i nuovi modelli.

Il malware in questione riesce a fare controllare le macchine marchiate Apple da un server di controllo ogni ora quando sono accesi. Viene definito silente in realtà perché oltre a questa situazione non ci sono informazioni su cosa stia realmente facendo e non sembra fare danni allo stato attuale.

La società che l’ha individuato, Red Canary, lo ha trovato finora in 153 paesi diversi ovviamente però con un maggiore incidenza in quei paesi dove c’è più presenza dei nuovi MacBook come Stati Uniti, Germania e Regno Unito.

 

Apple: il nuovo malware di macOS

Le parole dei ricercatori: “Sebbene non abbiamo ancora osservato Silver Sparrow fornire payload dannosi aggiuntivi, la sua compatibilità con i chip M1 lungimirante, la portata globale, il tasso di infezione relativamente alto e la maturità operativa suggeriscono che si tratta di una minaccia ragionevolmente seria, posizionata in modo carico utile potenzialmente impattante in un attimo.”

Purtroppo negli anni Apple ha perso un vanto importante ovvero quello relativo a fornire un esperienza computer quasi priva di virus. Diversi anni fa gli utenti Mac non dovevano preoccuparsi di programmi malevoli, ma ormai non è più così e questo potrebbe causare molti problemi visto la minore attenzione che molti di questi utenti hanno considerando che prima non ne avevano la necessità.