AnTuTu, smartphone, Android, top di gamma

La nota piattaforma di benchmark AnTuTu ha ufficializzato la classifica degli smartphone più potenti di Dicembre 2020. In particolare, questa classifica si riferisce al panorama Android. Infatti la piattaforma ha scelto di dividere i device che usano il sistema del robottino verde dai dispositivi Apple operanti sia con iOS che iPadOS. 

Iniziamo dicendo che a guidare la classifica degli smartphone più performanti di dicembre 2020 non c’è Xiaomi Mi 11. Il nuovo top di gamma del brand cinese è il primo device ad equipaggiare il SoC Qualcomm Snapdragon 888. Sulla carta questa configurazione si preannuncia come la più potente attualmente in circolazione, ma non è presente in classifica.

Probabilmente i ragazzi di AnTuTu hanno scelto di non includerlo in quanto non è ancora disponibile a livello globale. Xiaomi infatti ha lanciato il device esclusivamente in Cina e non nel resto del mondo. Questa scelta, al momento, limita il numero di test eseguibili con il dispositivo e di conseguenza i risultati non raggiungono un campione rappresentativo.

Ecco i device Android più potenti secondo i test benchmark di AnTuTu

L’elenco completo di AnTuTu è molto eterogeneo e presenta device di ogni produttore. Tra parentesi è possibile notare la variante utilizzata per i test e il punteggio ottenuto da ogni device. La classifica è la seguente:

  1. Huawei Mate 40 Pro (8+256): 657784 punti
  2. iQOO Neo3 (8+128): 646016
  3. ROG Phone 3 (12+128): 630307
  4. OPPO Find X2 Pro (12+512): 610749
  5. Samsung Galaxy Note20 Ultra 5G (865+) (12+256): 604401
  6. OnePlus 8 Pro (12+256): 584057
  7. Xiaomi Mi 10T Pro 5G (8+256): 581233
  8. Black Shark 3 (8+128): 574438
  9. Samsung Galaxy S20 FE 5G (6+128): 574187
  10. Poco F2 Pro (6+128): 572474

I valori riportati in questa classifica rappresentano un valore medio di tutti i test effettuati dai top di gamma dei vari produttori. Siamo certi che nel corso del 2021 la classifica cambierà radicalmente grazie al debutto di nuove soluzioni SoC che si affiancheranno allo Snapdragon 888.

Infatti, c’è molta attesa per il debutto di Exynos 2100 che spingerà la famiglia Samsung Galaxy S21 e per il nuovo Kirin 9010 che dovrebbe debuttare con Huawei Mate 50.