Il colosso di Mountain View ha apportato alcune modifiche che mirano a intensificare la privacy dei suoi utenti. Attraverso alcune email, infatti, comunica di aver disattivato il salvataggio automatico delle registrazioni vocali effettuate con Google Assistant. Gli utenti adesso avranno la possibilità di decidere di memorizzare o meno le registrazioni e modificare di conseguenza le impostazioni in maniera autonoma: sarà sufficiente accedere alle impostazioni direttamente dalla mail ricevuta.

Google Assistant: il colosso disattiva il salvataggio automatico delle registrazioni vocali!

 

Le email diffuse in questi ultimi giorni dal colosso di Mountain View riguardano il salvataggio automatico di tutte le registrazioni audio eseguite con Google Assistant. Il colosso comunica di aver disattivato tale opzione e di aver deciso di modificare le impostazioni offrendo a ogni utente la possibilità di decidere di salvare o meno le proprie registrazioni. Ognuno, quindi, potrà accedere al proprio account Google e attivare autonomamente il salvataggio automatico. Lo scopo sembra essere quello di offrire maggior privacy a ogni utente.

Il colosso nelle sue comunicazioni specifica, inoltre, che motivo della memorizzazione automatica delle registrazioni era l’intento di migliorare costantemente i suoi servizi e quindi rendere Google Assistant capace di comprende al meglio. La scelta di apportare tale modifica appare dettata dall’inchiesta avviata lo scorso anno secondo la quale Google e ulteriori colossi, come Facebook, Amazon e Apple, avrebbero fatto ascoltare alcune registrazioni ai loro dipendenti. L’aggiornamento delle impostazioni, quindi, si dimostra una chiara risposta che arriva in seguito all’ammissione di tale attività da parte di Google, che nelle ultime settimane ha dato il via a non poche iniziative volte ad assicurare una maggiore sicurezza.