rimborso-palestra

È un fatto ormai per risaputo, quanto l’emergenza sanitaria di questo ultimo periodo abbia messo il nostro Paese economicamente in ginocchio. Ma non solo questo, tra le cose accadute, ce ne sono alcune che non ci aspettavamo completamente. Prima di tutte, il lockdown, che ci è caduto tra capo e collo all’improvviso, da un giorno all’altro.

Questa mancanza di contatto fisico ha costretto la maggior parte di noi a non uscire più da casa e a interrompere tutte le attività della propria quotidianità. Pertanto, uno dei primi luoghi a chiudere i battenti è stato proprio la palestra. questo ha implicato una serie di cose, tra cui per molti, la perdita di alcuni mesi già pagati, di cui non ha potuto usufruire. Il problema quindi, riguarda da una parte le aziende che rischiano di crollare a causa della perdita economica grave, ma dall’altra anche i clienti. Anche loro infatti, fanno parte di quella fetta di popolazione che in seguito al lockdown si ritrova con problemi economici. Per questo motivo sarebbe molto comodo per loro, ricevere un rimborso palestra per i mesi di mancato allenamento. Ma possibile richiederlo? Vediamolo insieme.

Palestra e centri sportivi, ecco come ottenere i rimborsi

A questo proposito, l’UNC, Unione nazionale consumatori, ha stabilito una regola. Tutti gli utenti che all’inizio del lockdown avevano all’attivo un abbonamento in palestra già pagato, hanno diritto a essere rimborsati il tempo in cui non sono potuti andare.

Effettuando domanda attraverso il sito ufficiale del Codacons, sarà possibile beneficiare di questo rimborso punto nella piattaforma che troverete, potrete scaricare un modulo per la richiesta, al prezzo di 2 euro.