La Electronic Entertainment Expo 2020, detta anche E3, si svolgerà per il 26° anno di fila al Convention Center di Los Angeles, in California. Si vociferava già di una possibile mancanza della Sony, che già l’anno scorso aveva deciso di non partecipare alla fiera. Erano solo supposizioni, ma la Sony lo ha comunicato ufficialmente. Da sempre l’E3 è la fiera dove sia la Sony che la Microsoft per tradizione rivelano i maggiori dettagli sulle loro novità.

Ecco le motivazioni che ha esposto Sony

Secondo la dichiarazione del portavoce di Sony, la SIE (Sony Interactive Entertainment) ha preso la decisione di non partecipare all’E3 2020 perché quest’anno non è la sede giusta a cui presenziare, considerati i progetti su cui si è focalizzata. Benché l’azienda nutra un gran rispetto per questa fiera storica, quest’anno la scelta migliore è di partecipare ad altre fiere, a cui la Sony garantisce di partecipare. È altamente probabile che a queste fiere verranno presentati i nuovi titoli in uscita quest’anno per PS4, ma non solo. Quello che i fan di Sony attendono maggiormente è la presentazione della PS5, prevista in uscita sul mercato sempre quest’anno, a dicembre, durante le festività.

Mentre la Microsoft ha già presentato la sua Xbox Series X durante i Game Awards di quest’anno passato, Sony si è sbottonata davvero pochissimo in merito alla nuova console, limitandosi a rivelare il nuovo logo al CES 2020 (logo uguale a quello della PS4 a dire il vero). C’è anche da dire che molta gente si sposta ormai dalla partecipazione fisica alle fiere, al seguire tutto da casa, ragione per cui senza ombra di dubbio l’azienda aumenterà gli eventi online rispetto alla presenza alle varie expo. Ad ogni modo l’E3, secondo l’ESA non mancherà di eventi e novità importantissime e non mancherà di emozionare coloro che parteciperanno.