Huawei, P40, P40 Pro, render, Mobile Services

Nonostante manchi ancora qualche mese alla presentazione ufficiale dei nuovi flagship Huawei, i rumor sulla famiglia P40 si susseguono incessanti. Grazie ai numerosi leaker attivi, è possibile ammirare i primi render dei due smartphone. Questi render si basano sui dati CAD ufficiali, quindi dovrebbero essere attendibili a meno di cambiamenti dell’ultimo minuti da parte del produttore.

Stando a quanto emerso fino ad ora, il P40 Pro dovrebbe apparire come nell’immagine in apertura. Sarà il device più completo e prestazionale della famiglia Huawei grazie ad una dotazione hardware di tutto rispetto.

Il display dovrebbe avere una diagonale di circa 6.6 pollici con bordi curvi su tutti i lati. Questo significa che Huawei potrebbe superare se stessa con un pannello waterfall completo e raggiungere un rapporto schermo-scocca pari al 98%. Il display sarà arricchito da un notch ovale che conterrà la doppia fotocamera anteriore da 32+2MP e da un sensore per le impronte digitali integrato.

Sul retro troverà spazio un comparto fotografico assolutamente di rilievo. Huawei P40 Pro sarà caratterizzato da cinque fotocamere posteriori con un sensore principale da 64MP, un’ottica grandangolare da 20MP, una periscopica a 10x da 12MP. Non mancherà un sensore dedicato agli scatti macro e un sensore ToF per migliorare la gestione della profondità di scatto.

Per quanto riguarda Huawei P40, il device avrà un display leggermente più piccolo di circa 6.1 pollici. Le dimensioni più contenute avranno ripercussioni anche sul comparto fotografico. Le ottiche dovrebbero passare da cinque a quattro ma non è chiaro quale sarà l’ottica a venir meno. Inoltre anche la lente periscopica non avrà lo zoom a 10x ma soltanto a 5x.

Per quanto riguarda il processore, Huawei utilizzerà certamente il proprio SoC Kirin 990 e per il display ci si aspetta un refresh rate a 120Hz. La batteria sarà un mostro di autonomia grazie ai 5.500mAh. Purtroppo non è chiaro se ci saranno i servizi Google o se invece i terminali utilizzeranno i Huawei Mobile Services.