samsung-galaxy-fold-2

Dalla Corea del Sud arrivano notizie interessanti per quanto riguarda il prossimo smartphone pieghevole di casa Samsung. Primo fra tutti, il design. Secondo il The Korea Herald, dimenticate quello che avete visto con la prima generazione, al prossimo giro si passerà alla conchiglia, insomma, come il Motorola RAZR. Secondo ricerche, si tratta del concept migliore per un dispositivo e così il colosso ha deciso di adeguarsi.

Un’altra rivoluzione che, almeno secondo noi era ovvia, è il prezzo. Se il primo costava uno sproposito, al prossimo genere non costerà più di qualsiasi altra ammiraglia presente sul mercato. Apparentemente, nel mercato di casa il prezzo sarà di appena 760 euro (prezzo al cambio attuale). Quando raggiungerà il mercato globale, il prezzo salirà, ma non di troppo. Si parla sempre di meno di 1000 euro, ovvero 900 euro.

 

Samsung Galaxy Fold 2: il vero inizio della nuova generazione

Che il design sarebbe stato completamente cambiato lo si sospettava già da un po’ e la certificazione delle batterie ha solo confermato. Con la batteria della coppia di molto più piccola rispetto al Galaxy Fold Originale, era chiaro che c’era in atto un cambio radicale. Se l’aspetto sarà molto simile a quello del RAZR allora è risulta tutto più chiaro.

Anche il fatto che il prezzo sarebbe stato di molto inferiore era abbastanza prevedibile. Sul primo modello si è cercato semplicemente di rientrare il più possibile dei costi di ricerca e sviluppo. Non era pensato per bucare il mercato, ma solo per far capire al pubblico la direzione che si stava prendendo. In ogni caso, come sarà il nuovo modello lo scopriremo al Mobile World Congress di Barcellona del 2020.