Apple, iPhone 12, iPhone 12 Pro, iPhone 12 Pro Max, Render

Secondo alcuni nuovi rumor provenienti dall’Asia, sembra che Apple non sia intenzionata a stravolgere l’attuale line-up di smartphone. La nuova famiglia iPhone 12 rappresenterà una normale evoluzione degli iPhone 11, ma certamente ci saranno novità.

Secondo quanto emerso dalle analisi effettuate da Blayne Curtis sulla catena di approvvigionamento di Apple, è possibile stabilire quali saranno le novità dei flagship di Cupertino per il 2020.

Sia gli iPhone 12 Pro che gli iPhone 12 Pro Max molto probabilmente saranno dotati di 6GB di memoria RAM invece dei 4GB presenti sull’attuale generazione. Inoltre entrambi i modelli subiranno un upgrade del comparto fotografico con l’arrivo di un sensore posteriore per il rilevamento del volto in 3D.

Gli analisti sembrano concordi nell’indicare il 2020 e quindi gli iPhone 12 come i primi device Apple dotati della connettività 5G. I device potranno supportare la tecnologia mmWave per una migliore performance con le reti di nuova generazione.

Per quanto riguarda il modello base iPhone 12, le differenze rispetto all’attuale device non dovrebbero essere così marcate. Gli analisti si aspettano ancora l’utilizzo di 4GB di RAM ma la vera novità sarà il supporto al 5G. Non è chiaro se si utilizzeranno le frequenze mmWave, sub-6GHz o entrambe.

Non mancano anche le speculazioni circa un potenziale “iPhone SE 2”. Questo device dovrebbe rappresentare un iPhone economico, venduto ad un prezzo più basso rispetto ad iPhone 12. Il prezzo inferiore sarebbe legato al fatto che si tratta essenzialmente di un iPhone 8 sotto una nuova veste, con un display da 4.7 pollici e Touch ID fisico, ma spinto dal SoC A13 e 3GB di RAM.

Al momento si tratta solo di rumor e non c’è alcuna certezza in merito. Solitamente la presentazione dei nuovi iPhone avviene a settembre, ma Apple potrebbe dividere la line-up presentando il device low cost a marzo.