Xiaomi, Mi Mix Alpha, smartphone pieghevole, Samsung, Huawei

Xiaomi ha presentato il bellissimo Mi Mix Alpha solo a settembre 2019, ma l’azienda potrebbe essere già al lavoro sul suo successore. Infatti dalla Cina arrivano alcune informazioni su un nuovo brevetto depositato presso gli uffici CNIPA.

Sembra infatti che Xiaomi vorrebbe entrare nel settore degli smartphone pieghevoli e il device rappresentato nel brevetto potrebbe essere il terminale pensato per il debutto nel mercato. Se i Mi Mix Alpha rappresenta l’idea del brand per quanto riguarda lo schermo a 360°, il nuovo device è la sua evoluzione in tutto e per tutto.

Il brevetto depositato descrive in tutto e per tutto l’attuale design del Mi Mix Alpha, ma aggiunge la possibilità di piegare il display su entrambi i lati. In questo modo si potrebbe passare facilmente da avere un display di uno smartphone ad utilizzare una diagonale più simile a quella di un tablet.

Per quanto riguarda la dotazione hardware, al momento non ci sono certezze. Ipotizzandone la configurazione, possiamo aspettarci un processore Qualcomm Snapdragon 855. Il comparto fotografico sarà posto sul retro, nella zona di congiunzione tra le due porzioni di schermo che si ripiegano.

Una ipotetica data di lancio potrebbe essere metà 2020 ad un prezzo tendenzialmente elevato. Se si pensa che il Galaxy Fold parte da oltre 1990 dollari, possiamo aspettarci un prezzo in linea con le caratteristiche uniche di questo smartphone Xiaomi pieghevole.

Ovviamente si sta dando per scontato che il brand punti a realizzare effettivamente il device. Tuttavia non ci sono certezze in merito e i rumor al momento non possono confermare la volontà del produttore ad entrare nel mercato degli smartphone pieghevoli. Non resta che attendere maggiori informazioni e vedere se Xiaomi vorrà creare un Mi Mix Alpha di seconda generazione.