SMS pacco in sospeso
La truffa che circola per email ed SMS falsi tramite i quali estorce dati e denaro alle vittime non molla la presa e continua ad utilizzare come espediente la riscossione di un premio inesistente e la consegna di un presunto pacco in sospeso. Ancora una volta si tratta di phishing, un tentativo di frode solito sfruttare tale strategia per raggirare gli utenti e derubarli convincendoli a fornire credenziali, codici e password. Il caso in questione, così come la maggior parte dei tentativi di phishing, può essere comunque affrontato ma è molto importante a tal fine riconoscere l’inganno anticipatamente e non trascurare alcuni accorgimenti fondamentali.

Truffa SMS: un pacco in sospeso e iPhone XS da riscuotere, attenzione all’ultima truffa online!

Così come i vari tentativi di phishing fino ad ora segnalati, anche questo, utilizza dei link fraudolenti che possono trafugare i dati sensibili delle vittime. Infatti, tramite la scusa del pacco in sospeso e dell‘iPhone XS da riscuotere, i malfattori inviano gli utenti ad una pagina che ruba i dati di accesso alle carte e ai conti correnti.

Leggi anche:  Truffa PayPal: attenzione agli SMS su Tim, Wind, Tre e Vodafone

Il messaggio a cui facciamo riferimento arriva tramite email ed SMS che così si presentano:

“Consegna del pacco in sospeso. Hai (1) pacco in attesa della consegna. Usa il tuo codice per rintracciarlo e riceverlo”.

In seguito propone di effettuare l’accesso alla pagina sopracitata che richiede di inserire le credenziali e permette ai cyber-criminali di abbonare gli utenti, in maniera illecita, ad un servizio che prosciuga ben 50 euro al mese.

Un semplice messaggio, dunque, potrebbe costare caro ma è semplice proteggere i propri risparmi e chiunque può fronteggiare la truffa senza alcuna difficoltà. Infatti, i tentativi di frode che arrivano per email o SMS e propongono l’inserimento di dati sensibili, a prescindere dalla giustificazione fornita, vanno immediatamente eliminati. E’ sufficiente non cliccare sui link presenti e non fornire nessuna informazione personale per rendere innocuo un tentativo di frode che può causare danni decisamente spiacevoli.