Whatsapp torna a pagamentoWhatsapp insegue il cambiamento adeguandosi alle esigenze di un pubblico sempre più ampio. Al momento sono oltre un miliardo e mezzo gli utenti che scambiano messaggi e contenuti online ogni giorno. Per alcuni questa famosa app rappresenta una vera e propria ragione di vita. La sua assenza viene vissuta come un trauma. Nessuno potrà mai rinunciare a chat e gruppi, anche se per utilizzarli si dovrà pagare. Un nuovo messaggio pare comunichi proprio il ritorno al pagamento annuale. Cosa succederà?

 

Whatsapp: il ritorno a pagamento sembra ufficiale, ma è una bufala

Proprio per il fatto di aver maturato una certa dipendenza da Whatsapp siamo portati a valutare anche la possibilità di pagare per usare le funzioni che arriveranno con i prossimi aggiornamenti.

Leggi anche:  WhatsApp, come leggere in tempo reale tutte le chat dei propri amici

Un tempo per chattare si richiedevano 0,89 euro ma da qualche anno non è più così. Tutte le funzioni e gli account sono gratuiti. Nonostante questo c’è un nuovo messaggio che sembra comunicare l’intenzione di un ritorno al passato. Si scopre una fake news che si presenta nella solita forma. Una Catena di Sant’Antonio da inoltrare a 5 contatti sgomina il pericolo del pagamento. Ovviamente è tutta una truffa ben studiata dagli hacker del web.

Quindi non c’è alcun pericolo. Nessuno dovrà pagare per utilizzare l’app o utilizzare sistemi particolari per evitare il costo degli 89 centesimi. State tranquilli e tenetevi pure i vostri soldi. Il messaggio è un falso ben architettato.