Qualcomm - Snapdragon 670

Qualcomm ha presentato la nuova generazione di System on a Chip pensata per la fascia media del mercato smartphone. I SoC in questione sono gli Snapdragon 665, Snapdragon 730, e Snapdragon 730G. Tutti e tre le soluzioni si concentrano su tre aspetti determinanti per gli smartphone moderni, il gaming, la fotografia e il supporto all’Intelligenza Artificiale.

Lo Snapdragon 665 è caratterizzato dal numero di modello SM6125. Si tratta di una evoluzione dello Snapdragon 636 realizzato a 14nm ma a differenza del predecessore, il SoC realizzato con processo produttivo a 11nm. Sono presenti otto core Kryo 260 in configurazione 4+4 con frequenza operative fino a 2.0GHz. La GPU integrata è la Adreno 610

I vantaggi principali rispetto alla generazione precedente sono nel minore consumo di energia ed il supporto alle triple fotocamere con obiettivi grandangolari e teleobiettivi con risoluzione massima a 48 MP.

Gli Snapdragon 730 e Snapdragon 730G sono caratterizzati dai numeri di modello SM7150-AA e SM7150-AB. Sono la risposta di Qualcomm all’avanzare del gaming su mobile. Entrambi i SoC sono realizzati a 8nm con otto core Kryo 470 con configurazione 2+6 e frequenza massima a 2.2GHz. La GPU è la Adreno 618 che garantisce un incremento delle prestazioni del 35% rispetto alla generazione precedente.

Leggi anche:  Smartphone 5G: Qualcomm punta ad una vasta serie di dispositivi

I due SoC Qualcomm sono i primi della serie 7 a poter contare sulla feature Hexagon Tensor Accelerator che permette all’Intelligenza Artificiale di gestire i task di GPU e CPU. In questo modo è possibile ottimizzare le risorse verso compiti più impegnativi, consumando meno batteria.

Lo Snapdragon 730G può inoltre vantare una migliore gestione del Wi-Fi per ridurre la latenza durante il gioco. Non manca anche il supporto alle estensioni anti-cheating per evitare scorrettezze.