honor

Il Mobile World Congress 2019 di Honor è caratterizzato da alcune novità veramente interessanti. Purtroppo non si tratta di nuovi dispositivi, ma di alcune feature che potrebbero rivoluzionare il modo di approcciarsi agli smartphone.

La conferenza di Honor infatti si è concentrata principalmente sulla modalità Gaming+. Possiamo guardare a questa modalità come una evoluzione della tecnologia GPU Turbo lanciata lo scorso anno sempre dal brand. Si tratta di un sistema che permette di sfruttare la piena potenza dell’hardware del device per migliorare le prestazioni durante le fasi di gioco.

Honor garantisce un incremento delle prestazioni in grado di arrivare oltre il 20% sui titoli compatibili. Ovviamente la modalità Gaming+ da il meglio di se con il SoC Kirin 980 che integra la GPU Mali-G76. Il carico di lavoro tra GPU e CPU viene ottimizzato e ridistribuito, chiudendo i task inutili e privilegiando quelli più importanti. Queste operazioni sono possibili grazie anche all’utilizzo delle funzioni di Intelligenza Artificiale che permettono di raggiungere la riduzione del 30% dei tempi di caricamento e una riduzione del 20% dei consumi energetici.

Leggi anche:  Xiaomi, ecco tutti i prodotti presentati al MWC 2019

Novità anche per Honor View 20 e la fotocamera dotata di sensore TOF 3D. Il brand cinese, prendendo spunto dal Kinect di Microsoft, vuole portare la Realtà Aumentata sullo smartphone. Il particolare sensore infatti può di leggere in tempo reale i movimenti dell’utente con maggiore precisione e con profondità di campo. Grazie ad applicazioni dedicate, sarà possibile sfruttare appieno la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata sia per il mondo del gaming, ma anche per l’intrattenimento in generale.

Honor ha deciso di lanciare anche una nuova colorazione per il View 10 Lite. Ecco quindi che in Europa arriva il Phantom Blue a colorare la scocca del device. Il corpo in vetro fa risplendere al meglio questa particolare colorazione anche grazie alla doppia texture e alla diffrazione cromatica. L’effetto finale è cangiante dal blu al viola, con i classici giochi di luce in pieno stile Honor.