fortnite-account

Rilevato un nuovo modo di ottenere denaro su Internet – illegalmente, ovviamente – dagli adolescenti. E, naturalmente, ha a che fare con Fortnite, il videogioco oggi più di moda. Un adolescente sloveno ha accumulato non meno di 20.000 dollari negli ultimi sette mesi e ci è riuscito grazie al furto di account Fortnite e alla vendita ad altri utenti.

Gli aggressori usano una tecnica specifica per rubare gli account Fortnite, semplice come lo è per gli hacker appropriarsi di nomi utente o indirizzi e-mail e password. Un esempio: in caso di un attacco contro Facebook, per esempio, e con i dati rubati trapelati, questi hacker ne usufruiscono e cercano di usarli in Fortnite. E se ci riescono, occorre solo cambiare la password e metterla sul “mercato nero”.

 

Rubare account Fortnite e venderli

Il videogioco di Epic Games è ancora sulla cresta dell’onda. Si tratta del videogame più popolare al momento già da molti mesi. Come noto, è un gioco totalmente gratuito. Viene acquistato con soldi veri ed è usato per fare acquisti all’interno del gioco. E ci sono molte persone interessate agli account già “avanzati” sia a livello di acquisti che a livello di statistiche. Soprattutto perché i prodotti delle stagioni precedenti non possono più essere acquistati, quindi hanno sempre più valore.

Leggi anche:  Fortnite: la sfera di ghiaccio è esplosa, ecco che arriva il Re del Ghiaccio

Per evitare questo tipo di attacchi, ci sono due punti chiave: primo fra tutti il ​​più ovvio, che non è quello di riutilizzare le password di altri servizi online. E d’altra parte, Epic Games offre agli utenti la possibilità di attivare 2FA. Un doppio sistema di autenticazione che non consente l’accesso solo con il nostro nome utente e password, ma richiede una seconda verifica dell’identità tramite un codice univoco che viene inviato all’utente tramite e-mail o messaggio di tipo SMS.