Apple

Nonostante la notizia era già stata anticipata dagli analisti, Apple ha comunicato che non utilizzerà più i modem Qualcomm per i suoi iPhone. Ha infatti scelto un’altra azienda del settore.

Ad annunciarlo è stato George Davis, il direttore finanziario di Qualcomm, dichiarando anche che l’azienda di Cupertino ha deciso di utilizzare solo modem dei competitor.

 

Apple dice addio ai modem Qualcomm

Non è sicuramente una novità, dato che la notizia era già stata anticipata e prevista dagli analisti in passato. La causa potrebbe dipendere dalla battaglia legale in atto tra le due società. Da poco più di un anno infatti, si scontrano in tribunale per questioni legate alle royalty alte, richieste da Qualcomm.

Leggi anche:  Mediaworld: fate attenzione alla truffa che offre iPhone ad 1 euro

L’azienda che Apple ha scelto è proprio Intel, diretta concorrente della precedente Qualcomm. Tempo fa si è vociferato della volontà da parte dell’azienda di utilizzare anche dei modem prodotti da MediaTek, ma attualmente questa ipotesi sembrerebbe essere scartata.

Tutti gli iPhone prodotti d’ora in poi avranno quindi un modem prodotto dall’azienda Intel, nonostante Apple abbia dichiarato da poco che non adotterà più i moduli Wi-Fi e Bluetooth dell’azienda appena nominata a partire dal 2020. Molti analisti pensano che l’azienda voglia produrre autonomamente alcuni componenti per la connettività. Se così fosse, dovremo aspettare ancora qualche anno per saperlo.