Smartphone vs sabbia: i passaggi per pulirlo perfettamente

Ricordate Tom&Jerry? Ecco, questi non sono nulla a confronto a di smartphone vs sabbia, da sempre acerrimi nemici. D’altronde si sa, il nostro dispositivo quando siamo in spiaggia rischia di grosso nonostante le mille precauzioni ed attenzioni prese. Per quanto ci impegneremo a conservarlo con cura, ci sarà sempre quel maledetto granello pronto a graffiare lo schermo del dispositivo nuovo. Ma allora, visto che non possiamo “prevenire” come vorremmo, come possiamo “curare“?

Smartphone vs sabbia: come ripulirlo dai granelli di sabbia?

Quando prendiamo lo smartphone in spiaggia per inviare un messaggio o per scattare una fotografia al tramonto, anche se scontato è importante ricordare di asciugarsi e pulirsi sempre le mani (basta anche un granello per distruggere il dispositivo). Dunque, la cosa più utile da fare è agire immediatamente prima che sia troppo tardi. Come fare? Te lo spieghiamo noi di Tecnoandroid nei passaggi qui di seguito:

  1. Evita di pulire il dispositivo frettolosamente;
  2. Non pulire il telefono in posti dove la sabbia potrebbe continuare ad infiltrarsi (sotto l’ombrellone, sul telo mare, ecc.);
  3. Togli la cover per controllare la presenza di sabbia che potrebbe graffiare la scocca;
  4. Pulisci lo schermo con un panno morbido per evitare che venga rovinato dai granelli;
  5. Con una bomboletta ad aria compressa soffia leggermente nelle fessure per far uscire i granelli;
  6. Passa un panno umido su tutto lo smartphone;
  7. Pulisci eventuali cover prima di rimetterle al dispositivo.

Molto importante è anche l’uso di pellicole in vetro temperato per lo schermo, ma anche di una bella cover resistente. Non dimenticatelo, ci raccomandiamo!

Melany Alteri
La scrittura rende liberi ed io amo la libertà come la fotografia, l'arte, la natura e la pace. Scrivo poesie da quando ero bambina e in ogni cosa che faccio metto cuore ed anima. Sono una perfezionista, ballerina, attrice, make up artist, e cerco la bellezza in tutto ciò che mi circonda.