Prelievi e bancomat addio: ora la legge del POS è attiva in Italia, niente contanti

Alcune statistiche hanno dimostrato che l’Italia è una di quelle nazioni meno inclini ai pagamenti elettronici. Praticamente strisciare la carta non piace agli italiani, i quali continuano ad essere affezionati i soldi in contanti. Questa moda potrebbe però ben presto affievolirsi visto che dal 30 giugno scorso è obbligatorio per tutti i commercianti esibire il dispositivo Pos.

Questo significa che in tutti i negozi sarà possibile pagare con la propria carta o elettronicamente con i propri dispositivi mobili. Prelievi e bancomat potrebbero dunque essere superflui per molti, i quali non avranno più l’esigenza forzata di doversi recare in banca prima di andare ad effettuare un acquisto. Chiaramente bisognerà ottemperare a questo regolamento, visto che tutti gli esercenti che non lo faranno pagheranno una sanzione. Il Consiglio dei Ministri ha previsto 30 € di multa più il 4% dell’intera transazione non permessa. 

POS adesso obbligatorio per tutti: il bancomat potrebbe diventare un lontano ricordo

Queste le parole da parte di Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori: “Dal 30 giugno vigileremo per la corretta applicazione dell’obbligo di accettare i pagamenti elettronici tramite Pos, siamo pronti a segnalare i trasgressori“.

Consigliamo ai consumatori di raccogliere le prove del rifiuto fotografando cartelli esposti o filmando il rifiuto alla cassa. A quel punto potremo fare una segnalazione circostanziata (con orario e indirizzo esatto del punto vendita) alla Guardia di Finanza o anche soltanto alla polizia locale. E poi, davanti al commerciante scorretto, suggeriamo anche di scrivere una bella recensione per far capire a tutti che ormai il Pos è davvero obbligatorio“.